Core Rosso di Montevetrano, Campania Aglianico IGT

Schermata 2018-06-12 alle 15.59.27

Core Rosso è l’Aglianico in purezza di Montevetrano. Un vino che esprime il connubio perfetto tra il territorio campano e uno dei più grandi vitigni autoctoni a bacca rossa del nostro Sud.
E’ un rosso intenso e armonioso, che veste di raffinata eleganza i toni caldi e mediterranei caratteristici della regione. Il suo bouquet equilibrato, il suo sorso piacevolmente profondo e fresco, regalano  un profilo di grande finezza espressiva e di estrema piacevolezza di beva.

L’Azienda Agricola Montevetrano rappresenta una delle migliori eccellenze del nostro Sud. Già proprietà dei Borboni al tempo del Regno delle Due Sicilie, è stata acquistata negli anni 40’ dalla famiglia Imparato. La tenuta produceva principalmente frutta, le famose nocciole tonde, olio e vino per uso familiare. La svolta nel destino e nella vocazione dell’Azienda, è avvenuta a metà degli anni ’80, grazie all’intuito e alla passione di Silvia Imparato, che ha deciso di intraprendere la strada del vino, rimettendo mano alle vecchie vigne di famiglia. Da principio poteva sembrare quasi un gioco o forse una sfida, per ridare vita alle antiche tradizioni di uno splendido territorio a due passi dal mare, vicino al Vesuvio e protetto dai monti Picentini. Proprio per le particolari caratteristiche pedoclimatiche, la zona di Montevetrano è stata legata alla coltivazione della vite e della produzione del vino fin dai tempi della colonizzazione greca della Campania.

Sulle vecchie viti di piedirosso, uva di Troia e barbera, viene sovrainnestato l’aglianico di Taurasi, un vitigno autoctono simbolo della tradizione e della cultura del luogo e i nobili vitigni bordolesi: cabernet sauvignon e merlot, da sempre riconosciuti tra i migliori in assoluto per produrre grandi rossi. L’idea iniziale era di produrre poche bottiglie da dividere tra amici, ma i primi risultati furono così incoraggianti da far crescere il desiderio di portare avanti il progetto. L’anno 1991 segna la nascita delle prime bottiglie di Montevetrano, prodotte per pochi amici con un blend di cabernet sauvignon (70%) e aglianico (30%). Il vino si dimostra da subito molto interessante. Si decide così di scommettere sulle potenzialità intraviste nel Montevetrano e di puntare alla realizzazione di un grande vino da invecchiamento. I punti di riferimento dell’ambizioso progetto, non potevano che essere i celebri vini di Bordeaux e i Supertuscan di Bolgheri, un altro piccolo territorio in cui i vitigni internazionali a bacca rossa si esprimono a livello d’eccellenza.

I risultati non tardarono ad arrivare. Al cabernet sauvignon e all’aglianico venne poi  aggiunta anche una percentuale di merlot per ammorbidire e arrotondare in modo più suadente il profilo del vino. Il taglio, che può leggermente variare a secondo delle annate, si stabilizza così in: cabernet sauvignon 60%, merlot 30% e aglianico 10%. Nell’ambiente si comincia a parlare con curiosità di questo particolare vino e delle sue caratteristiche di eleganza e complessità. Ma la vera consacrazione internazionale arriva quando Robert Parker recensisce le prime annate di Montevetrano in modo entusiastico. Il vino, nato dalla passione di Silvia Imparato e prodotto in poche bottiglie, è diventato un mito, un’etichetta ricercata su tutti i mercati internazionali. Da quel momento successi e riconoscimenti hanno continuato a premiare un’eccellenza, che ha saputo mantenere nel tempo un livello di qualità sempre straordinario.

core-2015Campania Aglianico IGT Core Rosso

Con l’annata 2011 nasce Core Rosso, un vino dal profilo più tipicamente territoriale rispetto al Montevetrano. Si tratta, infatti, di un aglianico in purezza, che consente di apprezzare a pieno le qualità di questo nobile vitigno del sud, nelle sue migliori caratteristiche varietali. E’ prodotto da una selezione di uve raccolte manualmente, a cui fa seguito una fermentazione in tini d’acciaio inox a temperatura controllata, della durata di circa due settimane. Il vino matura per un periodo di 8 mesi in barrique di rovere e completa il suo percorso d’affinamento con alcuni mesi in cantina dopo l’imbottigliamento. Nel calice ha un colore rosso rubino intenso. All’olfatto si apre su profumi di amarena, piccoli frutti a bacca scura, prugna, impreziositi da sfumature di spezie dolci e ricordi di erbe della macchia mediterranea. Al palato ha una buona struttura, con sorso armonioso e una tessitura tannica fitta ma già evoluta. Il frutto, ricco e maturo, è ben bilanciato da una chiusura fresca e sapida.Corona Vini Buoni d’Italia 2018

Premi e riconoscimenti Core Rosso 2015
94/100 James Suckling TOP 100 Italy 2017
91/100 Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2018, Daniele Cernilli
Corona Vini Buoni d’Italia 2018
Guida Vitae AIS 2018 3/4 viti
Bibenda 2018 4/5 grappoli

 

Core Rosso 2014
Bibenda 2017 4/5 grappoli
Corona Vini Buoni d’Italia 2017
Guida Vitae AIS 2017 3/4 viti
Guida Veronelli 2017 2 stelle
Luca Maroni 2017 90/100

Core Rosso 2013
Gambero Rosso 2016 2 bicchieri
Corona Vini Buoni d’Italia 2016
Guida Veronelli 2016 3 stelle
Luca Maroni 2016 90/100
Bibenda 2016 4/5 grappoli
Espresso 2016 16/20

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *