Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Bio Docg Cavalièr – Zardetto

Schermata 2018-03-21 alle 17.26.54

Zardetto rappresenta una delle migliori eccellenze del territorio di Valdobbiadene e Conegliano, culla storica del Prosecco Superiore Docg. Pioniere del Biologico in queste terre, coltiva da oltre 25 anni vigne senza utilizzo di sostanze chimiche. Il Prosecco Superiore Brut Cavalièr nasce sulle colline della zona tra Conegliano e Refrontolo, situate in una posizione soleggiata e ventilata, che garantisce sempre uve sane e perfettamente mature. Il lavoro in cantina è orientato a esaltare le caratteristiche dell’uva glera, con il minimo intervento umano, per regalare un calice dal sorso di elegante freschezza, con frutto ricco e succoso. Un Prosecco Brut di grande piacevolezza, ideale per un aperitivo o per accompagnare degli antipasti.

La Docg Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, rappresenta il vertice qualitativo del mondo del Prosecco. Mentre il Prosecco Doc può essere prodotto da Vicenza al Friuli Venezia Giulia, anche su terreni pianeggianti e non sempre vocati per la viticoltura, il Prosecco Superiore nasce in un piccolo comprensorio dove la vite ha sempre trovato dimora. Le colline di Valdobbiadene e Conegliano sono l’area riconosciuta come classica e storica, che da secoli esprime vini di alta qualità. Le vigne sono coltivate sui ripidi pendii della zona prealpina, che richiedono faticose e dispendiose lavorazioni manuali. I rilievi collinari sono stati creati dai ghiacciai alpini in antiche ere geologiche e oggi coprono un’area che sale dalla pianura alluvionale del Piave verso le Dolomiti Venete. Le montagne riparano le vigne dalle correnti fredde provenienti da nord e l’influsso del vicino mare Adriatico, mitiga il clima con le sue dolci brezze. Le esposizioni soleggiate, sempre ben ventilate, garantiscono un’ottima e graduale maturazione delle uve con aromi intensi. Con i loro filari ordinati, i vigneti disegnano geometrici ricami tra ampie zone boschive, che garantiscono la biodiversità ambientale di questo splendido paesaggio, non a caso candidato a entrare a far parte del Patrimonio dell’Unesco. La Denominazione comprende il territorio di 15 comuni e si estende su un territorio di circa 18.000 ettari, di cui solo 6.100 vitati, tutti dislocati nelle parcelle storicamente più vocate, a un’altitudine che può raggiungere i 500 metri sul livello del mare. I terreni drenanti, ricchi di calcare e sostanze minerali, sono perfetti per una viticoltura orientata alla qualità. In questa splendida terra la famiglia Zardetto coltiva vigneti e produce vino da ben quattro generazioni con passione, competenza e rispetto delle tradizioni. Fedele alla storia del territorio, Fabio Zardetto produce Prosecco Superiore senza compromessi, cercando sempre la massima qualità e la migliore espressione di ogni singola vigna. E’ nata così una gamma di vini capace di riflettere nel calice le migliori caratteristiche del terroir, esaltandone le peculiarità. Le etichette Zardetto si sono affermate nel tempo come icone d’eccellenza, grazie al suo stile rigoroso, elegante e raffinato. Il vitigno principe del territorio è la glera, un tempo conosciuta con il nome di prosecco. Un vitigno da sempre presente su queste colline, dove ha trovato un habitat perfetto per esprimersi al meglio. Si tratta di una varietà semi-aromatica, che regala vini dal profilo semplice, fresco, con piacevoli note floreali e fruttate, particolarmente adatta alla spumantizzazione con Metodo Martinotti.

cavalier-bio-prosecco-sup-docg-brut-2016Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut Bio Docg Cavalièr
Il Prosecco Superiore Brut Cavalièr nasce da vigne coltivate nella splendida zona tra Conegliano e Refrontolo, da oltre 25 anni condotte secondo i principi dell’agricoltura Biologica. L’altitudine e la posizione particolarmente ventilata, garantiscono naturalmente uve asciutte e sane, senza dover intervenire con trattamenti. Il nome del vino deriva dal termine dialettale con cui veniva indicato il baco da seta, storicamente presente nella campagne del trevigiano. La scelta sottolinea il forte legame con la terra di provenienza, tanto che ancora oggi si trovano spesso alberi di gelso –Morèr– come capofila dei filari dei vigneti.  Dopo la vendemmia manuale, le uve vengono portate in cantina e vinificate in acciaio inox. La seconda fermentazione avviene in autoclave, secondo il Metodo Martinotti, in modo da poter conservare la fragranza dei profumi e degli aromi primari dell’uva glera. Nel calice si presenta con un colore giallo paglierino dai riflessi verdolini e un perlage fine e persistente. Al naso si apre su freschi aromi agrumati, floreali e di frutta bianca. Il sorso è cremoso, con frutto croccante ben bilanciato da freschezza e sapidità.

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *