Barolo DOCG 44° Annata Etichetta Blu 2014 – Parusso

fotopar

Il Barolo Etichetta Blu è un’edizione celebrativa, dedicata a un vino prodotto solo in annate particolari. E’ un Barolo destinato a ricordare nel tempo il gusto e le caratteristiche peculiari di un millesimo: dopo il 2002 e il 2005, ora è la volta del 2014. E’ prodotto con uve provenienti dalle vigne coltivate nei cru aziendali di Bussia, Mariondino e Mosconi, tre terroir che donano diverse espressioni di Barolo. L’Etichetta Blu vuole rappresentare la migliore sintesi del Barolo Parusso nel segno dell’equilibrio, della complessità, dell’armonia e del rispetto assoluto dell’annata. Un Barolo profumato, fresco ed elegante, destinato al lungo invecchiamento.

Le Langhe sono una delle regioni italiane più famose nel mondo per la produzione di grandi vini rossi. In queste terre il nebbiolo riesce a esprimere le sue straordinarie potenzialità, regalando vini capaci di coniugare potenza, eleganza e longevità.  Le colline delle Langhe si sono formate a seguito dell’innalzamento di un antico fondale marino, avvenuto circa 50 milioni di anni fa. Si sono originati così suoli complessi, generati da stratificazioni e sedimentazioni di arenarie, marne, argille, sabbie, vene tufacee e depositi alluvionali. Terreni particolarmente vocati per la viticoltura, favorita anche da ottime esposizioni collinari e da un clima che consente a un vitigno tardivo come il nebbiolo di arrivare a perfetta maturazione. L’insieme di queste caratteristiche pedoclimatiche, unite a una tradizione secolare, fanno delle Langhe un terroir dove la produzione del vino si unisce indissolubilmente alla storia e alla cultura del luogo.

La tenuta Parusso si trova in località Bussia, sul versante collinare che da Monforte d’Alba scende verso Castiglione Falletto e che si affaccia sul comune di Barolo. Ci troviamo nel cuore della Denominazione, dove le due tipologie di terreno, il Tortoniano (tipico di La Morra) e l’Elveziano (tipico di Serralunga d’Alba), hanno formato colline che s’intrecciano e si fondono in perfetta armonia. La proprietà si estende complessivamente su circa venti ettari, con vigneti situati nelle pregiate località Bussia, Mariondino e Mosconi. Ogni vigna presenta caratteristiche peculiari per composizione dei suoli, esposizione, altitudine, microclima e viene lavorata in modo che possa esprimere vini che siano specchio fedele del terroir. Il Bussia, con il  suo suolo arenario, marnoso, bianco e limoso, si distingue in termini di eleganza e di finezza; Mosconi è caratterizzato da un terreno marnoso bianco e tufaceo ed esprime un perfetto connubio tra classe e struttura; il cru Mariondino, caratterizzato da marne ricche di arenaria e vene di sabbia, dona un Barolo raffinato, con seducenti note speziate. Da quattro generazioni la famiglia Parusso produce vini nella continua ricerca della qualità e dell’eccellenza. Il rispetto della terra e della natura, sono alla base di tutte le pratiche in campagna. Un’attenta e selettiva micro-zonazione dei suoli ha permesso di diversificare la coltivazione di ogni vigna per ottenere il massimo risultato e la massima tipicità nel rispetto del terroir. Il naturale inerbimento tra i filari, supportato anche con semina di erbe selezionate, aumenta la biodiversità e garantisce viti più sane, stabili e forti. Per preservare la massima qualità, le rese sono molto basse, circa 1 kg per ogni pianta e la raccolta avviene rigorosamente a mano, cercando di protrarre al massimo la maturazione dell’uva per ottenere il giusto livello di aromi e profumi.

Barolo DOCG 44° Annata Etichetta Blu 2014
Barolo 44 annata - Front
E’ un’etichetta speciale, che la Cantina Parusso decide di realizzare solo in annate particolari. Ad oggi sono state rilasciati solo tre millesimi di Barolo Etichetta Blu: 2002, 2005 e 2014. Si tratta di un vino che vuole riallacciarsi alla tradizione delle Langhe, quando Il Barolo veniva prodotto con uve provenienti da varie zone ed esprimeva, più che le caratteristiche del singolo cru, lo stile della cantina e l’impronta generale dell’annata. Le uve utilizzate per produrre il Barolo Etichetta Blu provengono dai pregiati cru della tenuta: Bussia (50%), Mariondino (30%) e Mosconi (20%). Le caratteristiche dei diversi terroir contribuiscono a donare al vino complessità, armonia e perfetto equilibrio. Le uve sono vendemmiate a mano in piccole ceste e dopo una pigiatura soffice si procede con una macerazione a contatto con le bucce. La fermentazione alcolica viene condotta a temperatura controllata, utilizzando solo lieviti indigeni e senza l’aggiunta di solfiti. Il vino matura in piccole botti di rovere e completa il suo affinamento con alcuni mesi di bottiglia prima della commercializzazione. E’ un Barolo che rispecchia la storia e la tradizione e vuole esaltare con la sua natura eccezionale le caratteristiche tipiche dell’annata. Il millesimo 2014 sarà ricordato come uno dei più difficili degli ultimi decenni. E’ stato caratterizzato da un inverno caldo e piovoso, una primavera fredda e abbondanti piogge in estate. Una situazione che ha penalizzato soprattutto le varietà precoci. Diverso è il discorso per il nebbiolo, che vendemmiato a ottobre, si è potuto avvalere di un settembre stabile, soleggiato e con temperature piuttosto elevate. Nonostante un calo del 40% della produzione, il meticoloso lavoro in vigna ha permesso di raccogliere uve di qualità. L’andamento dell’annata fa pensare a vini non troppo alcolici, caratterizzati da profumi intensi, da un profilo fine e con un notevole potenziale d’invecchiamento. Il quadro olfattivo è ricco e raffinato con note floreali, di frutta fragrante e sfumature di liquirizia e spezie. Il sorso è fresco ed elegante, con fine trama tannica e piacevole nota sapida. Un vino perfetto da abbinare a primi piatti con ragù di carne o selvaggina, brasati, stracotti e cacciagione.

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *