I vini per il vostro capodanno

d0fda74dad640deecfd28bdf146f6025

Avete già pensato al menù di capodanno?

Ecco di seguito alcuni spunti per il cenone di quest’anno: piatti saporiti accompagnati da una selezione dei nostri ottimi vini.

Abbiamo pensato per voi a un menù semplice ma allo stesso tempo sfizioso ed elegante, a base di pesce.

Come antipasto iniziamo proponendovi una delicata tartare di salmone con crema di avocado e mandorle tostate, in abbinamento con il Giroflè, Salento Rosato IGT 2016, un rosé prodotto con uve Negroamaro in purezza di Garofano Vigneti e Cantine. lI vino ha un bellissimo colore rosa corallo dai toni delicati e brillanti. Il quadro olfattivo è di grande fascino, profumi floreali, i fragranti aromi d’agrumi, lampone, ribes rosso, fragoline di bosco, impreziositi da un sottofondo di macchia mediterranea. Il sorso è fresco, dinamico, con frutto succoso e persistente, che si apre a suggestioni orientaleggianti di morbide spezie e chiude con un finale piacevolmente sapido. Un rosato secco, pulito che coniuga mirabilmente l’intensità aromatica con grande finezza espressiva. Un vino molto gastronomico, che a tavola si esalta per la sua straordinaria duttilità negli abbinamenti.
Se invece preferite le bollicine lasciatevi stuzzicare dal Lambrusco Rosè di Modena Spumante DOC Metodo Classico di Cantina della Volta. Un Rosè che stupisce per raffinata eleganza e piacevole fragranza del frutto. Prodotto esclusivamente da uve di Sorbara, questo vino ha un colore rosa tenue e perlage fine. Al naso offre profumi di pane integrale, nocciole tostate, rosa antica e toni di melograno. Al palato è morbido, di buon corpo, acido e sapido.

Continuiamo con il primo, un risottino morbido alla pescatora con scampi, cozze, seppie e polipetti, proposto in abbinamento con un bianco del sud, che si sposa bene in qualsiasi situazione, perfetto per accompagnare i frutti di mare come Core Bianco, IGT Campania 2016, dell’Azienda Agricola Montevetrano. Ottenuto da una una selezione di uve greco e fiano.  Core Bianco è un vino dal bouquet intenso ed elegante. Al palato ha buona struttura, complessità e profondità aromatica sostenute da una vivace vena acida e minerale. Un vino piacevolissimo da bere giovane, ma con un interessante potenziale d’invecchiamento ed evoluzione verso aromi terziari. Oppure accompagnate questo primo piatto gustoso e profumato con il Langhe Bianco Rovella DOC 2016 di Parusso un bianco armonioso e complesso, caratterizzato da grande intensità aromatica. Nasce da una selezione dei migliori grappoli di vecchie piante di sauvignon blanc. Il colore è giallo paglierino intenso. Al naso esprime aromi complessi ed eleganti con note di agrumi, pompelmo e frutta esotica. Il sorso è ricco e succoso, con frutto maturo, ben bilanciato dalla freschezza. Molto piacevole da giovane, raggiunge la piena maturità espressiva dopo un periodo di qualche anno d’affinamento in bottiglia. 

Come secondo abbiamo pensato ad un pesce bianco. Un’orata al forno con patate, pomodorini e olive, da cuocere con un pò di succo di limone e di erbette, perfetta da accompagnare con un vino più strutturato, come il Silente delle Marne 2013, Monferrato Bianco DOC di Tenuta Santa Caterina, frutto di una splendida vigna di Chardonnay e dal desiderio di creare un vino dal fascino unico e indimenticabile. Il nobile vitigno di Borgogna che da secoli è coltivato in Monferrato, regala un vino di grande personalità, ampio, complesso, dagli aromi profondi e persistenti. In alternativa prova questo pesce al forno con il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore di Andrea Felici. Questo vino nasce dall’assemblaggio dei diversi vigneti dell’azienda.
Affinamento di 3 mesi sui lieviti in vasche d’acciaio e di ulteriori 2 mesi in bottiglia prima di essere messo sul mercato.
L’azienda produce vini di alta qualità con caratteristiche di longevità, tipicità e personalità. Vini splendidi da bere subito, ma altrettanto straordinari se aperti dopo qualche anno, quando il percorso evolutivo avrà raggiunto il suo apice.

Per finire come dolce non può mancare una fetta di pandoro o panettone, entrambi si sposano molto bene con il Moscato d’Asti Canelli di Villa Giada, che presenta una delicata dolcezza aromatica, sempre ben bilanciata dalla freschezza, di questo grande vino piemontese si esalta con tutti i dolci da forno lievitati. Si presenta con un bel colore giallo dorato brillante. Il profilo olfattivo è delicato e fragrante, con le caratteristiche note aromatiche dell’uva moscato, che esprimono profumi di agrumi, pesca bianca ed erbe aromatiche. Il sorso è morbido e fruttato, con aromi intensi e persistenti, che sul finale lasciano spazio a una piacevole freschezza. E’ il classico vino da dessert della tradizione italiana, suadente, aromatico e poco alcolico.

A mezzanotte festeggia l’anno nuovo con le bollicine di Ferghettina! Prova il loro Franciacorta Pas Dosè DOCG Millesimato Riserva 33 2010, è uno chardonnay in purezza. Il colore è giallo oro brillante, attraversato da un perlage finissimo e molto persistente. Si schiude con aromi intensi ed eleganti e sprigiona note di agrumi canditi, lieviti e frutta matura. Il tutto sorretto da un’intatta acidità e da un finale sapido e minerale.

Dopo il brindisi, come da tradizione, non può mancare lo zampone con le lenticchie! A questo piatto potete abbinare un grandi vino rosso, servile accompagnate da una bottiglia di Valtellina Superiore Inferno Riserva DOCG 2013 di Rainoldi. Inferno è la più famosa delle 5 sottozone della denominazione Valtellina Superiore DOCG.  Questo vino è una splendida e interessante espressione territoriale del nobile nebbiolo fuori dall’area classica delle Langhe. Un vino elegante, armonioso, potente e austero, con trama tannica matura e buona freschezza. Il finale è lungo e persistente. Prova questo piatto anche con Boca DOC 2012 di Le Piane un vino dal colore rubino brillante, con profumi intensi e maturi di piccoli frutti a bacca scura, impreziositi da note delicatamente speziate e floreali. Il sorso è appagante per ricchezza, armonia e profondità, con tessitura tannica fine e bella persistenza.

Continua a festeggiare con lo Spumante Extra Brut Millesimato 2011 di Deltetto, composto da 70% di pinot nero e 30% di chardonnay, nasce da una selezione delle migliori uve della delle vigne della tenuta, per garantire sempre la massima qualità. E’ la punta di diamante della spumantistica dell’azienda. Un metodo classico, che riposa sui lieviti per almeno 48 mesi, acquisendo quella finezza, eleganza e complessità, che solo i grandi spumanti sanno regalare. Questo vino si presenta giallo paglierino con perlage fine e persistente, emana profumi di crosta di pane e scorza di lievito molto intensi, il sapore è molto secco, ampio ed equilibrato con un finale molto lungo.

Schermata 2017-12-26 alle 19.08.18 BUONE FESTE DA VINODALPRODUTTORE.IT!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *