Grìfola Offida DOCG Rosso, Poderi San Lazzaro

IMG_0398-620

Grifola è sicuramente il vino più tipico e rappresentativo dell’Azienda Poderi San Lazzaro. La Tenuta si trova, infatti, proprio nel cuore della terra dei grandi rossi delle Marche. E’ un Montepulciano in purezza, prodotto con uve di vecchie vigne di oltre 40 anni, che regalano pochi grappoli ma di altissima qualità e concentrazione aromatica. Grìfola è un rosso di carattere, elegante e potente, con ricchi aromi fruttati e raffinate note d’evoluzione terziaria. Perfetto l’abbinamento con carni alla brace, arrosti o selvaggina.

L’azienda Poderi San Lazzaro si trova a Offida, lungo la strada che collega la cittadina a Castorano, in provincia di Ascoli Piceno. IMG_0402-620La zona di Offida ha una tradizione antichissima nel campo della viticoltura. Sono stati addirittura rinvenuti alcuni resti fossili di vitis vinifera risalenti all’età del Ferro (1000 a.C.), molto prima della colonizzazione da parte dei Romani. Continuando la tradizione di famiglia, nel 2003 Paolo Capriotti ed Elisetta Carosi hanno fondato l’azienda Poderi San Lazzaro, con l’obiettivo di produrre vini di qualità nel solco della tradizione.  La Tenuta si estende complessivamente su 18 ettari, di cui 15 coltivati a vigneti e 3 piantati a ulivi e bosco. Si trova nello splendido territorio collinare marchigiano, che digrada dolcemente verso il litorale. Un habitat ottimale per le vigne, poste a un’altitudine di circa 300 metri, a 15Km dal mare Adriatico e a 25Km dai monti dell’Appennino. I vigneti sono coltivati su terreni prevalentemente argillosi, con esposizioni a sud, sud-ovest e nord-ovest. Le vigne Polesio e il Podere 72  hanno piante di circa 10-15 anni, mentre le viti della parcella Grìfola hanno un’età di circa 40 anni. La zona gode di un clima soleggiato e ventilato, sempre mitigato dalle brezze del mare. Per quanto riguarda i vitigni coltivati nella tenuta, sono stati scelti quelli tipici del territorio: montepulciano e sangiovese per i rossi, pecorino e passerina per i bianchi.

Poderi San Lazzaro è un’azienda familiare che ha saputo conservare un approccio artigianale alla viticoltura e mantenere vivo un rapporto di continuità con la storia di queste terre. Le vigne sono condotte secondo il protocollo dell’agricoltura Biologica, con il desiderio di lavorare in sintonia con l’ambiente circostante e di porre la massima attenzione alla produzione di uve sane e di alta qualità. L’obiettivo è di valorizzare al massimo le caratteristiche della materia prima, esaltandone le peculiarità per realizzare vini che siano perfetta espressione del territorio, lontani dal gusto standardizzato di molte aziende d’impronta più industriale. La cantina di vinificazione è integrata all’interno di un casolare di campagna che risale ai primi del ‘900. Si trova proprio sul punto più alto di un crinale, che consente di abbracciare con lo sguardo le vette dell’Appennino e la distesa del mare Adriatico. La produzione annua è di circa 40.000 bottiglie.

grifola-2010Il vino nasce dalle uve del vigneto Grìfola, esposto verso sud-ovest e nord-ovest. Le viti di moltepulciano hanno oltre 40 anni e sono piantate su terreni di matrice prevalentemente argillosa con presenza di calcare. Le vigne sono coltivate con una densità di 4.000 ceppi per ettaro, con una resa molto bassa di circa 50 quintali/ha. Al termine della vendemmia, che per solito avviene verso metà ottobre, le uve sono portate in cantina e avviate alla vinificazione. La fermentazione avviene a cappello emerso con frequenti rimontaggi giornalieri, per un periodo di circa 6/8 giorni a una temperatura controllata di 25/30 °C. Dopo la svinatura, il vino matura in barriques di rovere francese per circa 16 mesi,  svolgendo naturalmente la malolattica. Il vino completa poi il suo periodo d’affinamento con sei mesi in bottiglia prima d’essere messo in vendita. Nel calice ha un colore rosso rubino molto intenso. Al naso si apre su aromi tipici di piccoli frutti a bacca rossa e leggere nuances speziate. Al palato è ampio, caldo e strutturato con sorso ricco, tannini fitti ma evoluti ed equilibrata freschezza. Il finale è lungo e persistente.

La produzione è limitata a 6.000 bottiglie annue, destinate a un pubblico d’intenditori e appassionati. A tavola trova i migliori abbinamenti con secondi piatti di carni rosse alla brace, arrosto o con la selvaggina. Si sposa particolarmente bene con alcuni piatti tipici, come: agnello allo scottadito, piccione arrosto, spalla di vitello arrosto, anatra al vino rosso.

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *