Salento Negroamaro IGT Nero di Velluto – Feudi di Guagnano

DSC_0158

Se amate i vini rossi complessi, profondi, dal bouquet morbido e avvolgente, allora dovete assolutamente assaggiare il Salento Negroamaro IGT Nero di Velluto di Feudi di Guagnano. Un vino di grande personalità, capace di esprimere in modo elegante e raffinato le caratteristiche del famoso vitigno pugliese negroamaro e i sapori e le calde atmosfere della magnifica terra del Salento. Premiato da molti anni da tutte le principali guide di vini, è ormai riconosciuto tra le migliori eccellenze del Sud Italia.

Feudi di Guagnano srl-ede9e28f-e1e5-4694-9edc-a39ecb8836a0

La Cantina Feudi di Guagnano si trova nel cuore del Salento, nella campagna a nord-ovest di Lecce. L’azienda ha alle spalle il lavoro di molte generazioni di vignaioli, che con dedizione e tenacia hanno portato avanti la tradizione della viticoltura, dedicandosi in particolare alla coltivazione del negroamaro, il vitigno a bacca rossa più diffuso nelle terre del sud della Puglia. Un’uva probabilmente introdotta dai Greci durante il periodo della prima colonizzazione delle coste ioniche. Il nome sembra derivare dall’accostamento della parola nero in latino niger e in greco μαύρος: nero-nero, per sottolineare con forza rafforzativa il suo colore scuro. In Salento ha trovato l’habitat ideale per esprimere tutto il suo potenziale, grazie al clima caldo e siccitoso, ai terreni poveri con componenti calcaree e sabbiose. Una serie di condizioni favorevoli a limitare naturalmente la sua produttività e a esaltarne la qualità. A testimonianza delle sue origini, ancora oggi viene coltivato secondo l’antico sistema greco delle viti ad alberello, con potature corte e pochi grappoli per pianta. Se un tempo il Negroamaro era considerato solo un vino da taglio adatto ad irrobustire i deboli vini francesi o quelli del nord Italia, oggi viene vinificato in purezza raggiungendo risultati di vera eccellenza, tanto da essersi ormai imposto tra i grandi vini rossi del Sud.
Il progetto di ridare vita e nuovo slancio produttivo alle vigne di famiglia si concretizza nel 2002, quando Gianvito, Carlo e Franco, si impegnano a salvare e recuperare dall’abbandono i vecchi vigneti. Un modo per riallacciare il legame indissolubile con il lavori dei nonni e  riaffermare con orgoglio l’appartenenza al territorio e alle sue radici.
Fedele alla storia del Salento, Feudi di Guagnano ha concentrato la sua attività sulla valorizzazione delle uve autoctone. Oltre al negramaro, vero simbolo dell’azienda, nella tenuta si coltivano: primitivo, malvasia nera, verdeca e, unica concessione ai vitigni internazionali, dello chardonnay. Una filosofia produttiva precisa, che scaturisce dalla profonda volontà di realizzare vini che siano schietta espressione della storia della regione, ambasciatori del sapore più autentico e sincero del Salento.

 

Salento Negroamaro IGT Nero di Velluto

nero-di-velluto-negroamaro-salento-igt-2012Le uve di negroamaro con cui è prodotto il Nero di Velluto, provengono da vecchie  vigne di oltre 80 anni d’età coltivate ad alberello con una densità di circa 3.500/4.000 ceppi per ettaro. Sono piante che producono naturalmente con basse rese e che donano uve straordinariamente ricche e intense da un punto di vista aromatico. Durante la vendemmia manuale, i migliori grappoli vengono selezionati e separati dal resto del raccolto per essere destinati alla produzione del Nero di Velluto. Le uve sono poi sottoposte a un periodo di appassimento di circa un mese, prima di essere avviate alla fermentazione. In questa fase di lavorazione, gli acini si disidratano, perdendo circa il 40% del loro peso. Dopo la fermentazione alcolica, che dura circa 2 settimane, il vino matura per 12 mesi in barriques di rovere francese e completa il suo affinamento con 6 mesi in bottiglia prima di essere messo in commercio. Il vino ha un colore rosso rubino intenso con riflessi granato. Al naso esprime profumi morbidi di frutta rossa, confettura, spezie, note tostate, nuances di cuoio e tabacco. Al palato è caldo, avvolgente, con tannini vellutati, equilibrata acidità, aromi profondi e complessi. Il finale è lungo e persistente. E’ un rosso importante, che a tavola trova i migliori abbinamenti con carni rosse arrosto o alla brace.

5 grappoli

COMPRA ORA SU VINODALPORDUTTORE.IT!

 

Quest’anno l’annata 2012 ha vinto i 5 Grappoli Bibenda 2017 inserendosi così nella lista dei vini dell’eccellenza!

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *