Aglianico del Vulture DOC Gricos – Grifalco

Grifalco_Italie_Basilicata_vigneto_Ginestra_Interna 1 lungaL’Aglianico del Vulture DOC Gricos della Cantina Grifalco si è appena aggiudicato il prestigioso riconoscimento dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso 2017. Un premio importante, che sottolinea l’eccellenza di questo straordinario rosso del Sud, capace di esprime tutta la potenza e l’eleganza dell’aglianico, unita a una piacevole e raffinata mineralità, tipica del terroir vulcanico del Vulture.8-1L’aglianico è uno dei più importanti e antichi vitigni coltivati nel sud Italia. Pare sia arrivato nelle regioni meridionali della nostra penisola ai tempi della prima colonizzazione greca. Il suo nome, infatti, deriverebbe da una traslitterazione dell’antico termine “Hellenico”, che stava proprio a sottolineare la sua terra d’origine. E’ un’uva a bacca rossa che ama le esposizioni collinari soleggiate, ma con clima fresco, ventilato e si adatta perfettamente ai suoli d’origine vulcanica, poveri di materia organica e ricchissimi di minerali. Non è un caso che abbia trovato le sue zone d’elezione proprio in Basilicata, sulle pendici dell’antico vulcano del Vulture e in Campania, nell’area di Taurasi, caratterizzata da terreni ricchi di componenti di matrice vulcanica. Grazie alla sua struttura, alla sua ricchezza di polifenoli e a un’acidità spiccata, è in grado di regalare vini non solo di eccellente livello qualitativo, ma anche di grande longevità. I lunghi affinamenti, consentono all’aglianico di smorzare e domare la sua irruenza giovanile e di acquisire quell’eleganza e complessità aromatica, che lo pongono ai vertici indiscussi della produzione enologica italiana.

L’area del Vulture si trova in provincia di Potenza, nella zona nord-ovest della Basilicata e la Cantina Grifalco, ha sede proprio a 1Venosa, uno dei comuni che fanno parte della Denominazione d’Origine Controllata. Le vigne, tutte coltivate ad aglianico, sono suddivise in varie parcelle situate nelle zone più vocate della denominazione: Ginestra, Maschito, Rapolla e Venosa e si estendono complessivamente su 18 ettari. I terreni, caratterizzati da suoli generati disfacimento di antiche rocce vulcaniche, ricchi di preziose sostanze minerali e il clima fresco, contribuiscono a produrre uve dal profilo aromatico intenso con profumi e aromi di grande finezza. Il nome della Cantina deriva dall’unione delle parole grifone e falco, un rapace da sempre presente nella zona del Vulture. I fondatori, Fabrizio Piccin e Cecilia Naldoni, hanno alle spalle una precedente esperienza in Toscana, nella zona del Montepulciano e hanno raccolto con entusiasmo la sfida di misurarsi con un altro vitigno e con un territorio nuovo, ma dalle antiche tradizioni e di sicuro fascino. La nuova Cantina è stata costruita seguendo le regole di bio-architettura, in modo da utilizzare solo la forza di gravità per il travaso dei vini e progettando un sistema di termoregolazione degli ambienti basato sui flussi d’aria calda e fredda ispirato alle antiche architetture arabe, che consente di non utilizzare energia pur avendo sempre la temperatura ideale. Una scelta che s’inserisce in una visione complessiva di compatibilità ambientale e rispetto della natura che abbraccia ogni aspetto dell’attività aziendale.

 


Aglianico del Vulture DOC Gricos

gricos-2014Gricos viene prodotto da parcelle coltivate in diverse zone del Vulture. Le uve provenienti dai diversi vigneti, sono fermentate separatamente, in modo da poter avere una maggior scelta al momento degli assemblaggi. La fermentazione a temperatura controllata, dura circa una settimana, con frequenti e delicati rimontaggi e délestage, che consentono un’estrazione di intense note floreali e fragranti aromi fruttati. Dopo la svinatura, viene eliminata per decantazione la parte di fecce più grossolane, mentre le fecce fini rimangono a contatto con il vino durante il processo di affinamento, con periodici bâtonnage, in modo da donare al vino, più corpo, struttura e renderlo più rotondo e profondo. Metà della massa matura in botti di rovere di Slavonia e metà in acciaio, per un periodo di circa 12 mesi. Si procede quindi all’assemblaggio finale e all’imbottigliamento. Il vino conclude il suo affinamento con diversi mesi in bottiglia prima di essere messo in commercio.

Gricos ha un colore rosso rubino. Il profilo olfattivo è di grande eleganza, con in primo piano delicati profumi floreali e aromi di piccola frutta rossa. Al palato denota subito una buona struttura, con bella trama tannica, buona complessità aromatica, nitida vena minerale e piacevole freschezza. Chiude su note sapide con finale lungo e persistente. A tavola trova i migliori abbinamenti con primi piatti saporiti al ragù di carne o selvaggina, con secondi piatti di carni rosse, arrosto e alla brace.
COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *