Trebbiano Spoletino Doc “Trebium” – Antonelli San Marco

tenuta_1

L’Umbria è una regione che può vantare grandi tradizioni nel campo della viticoltura e che possiede molte uve autoctone di particolare pregio. Il trebbiano spoletino è un vitigno a bacca bianca diffuso soprattutto nella zona tra Montefalco e Spoleto, che dona vini bianchi di grande personalità. Il Trebbiano Spoletino Doc “Trebium” di Antonelli San Marco è un vino perfetto per chi ama i bianchi di carattere, con aromi intensi ed eleganti, vibrante freschezza, struttura e longevità. Un vino piacevolissimo da bere giovane, ma che saprà dare il meglio di se dopo qualche anno d’affinamento in bottiglia.

vigne_1Storia e territorio
L’Azienda Antonelli si trova in località San Marco, vicino a Montefalco e si estende su una superficie complessiva di 170 ettari, di cui 40 vitati. Le origini della tenuta sono molto antiche e fonti storiche Medioevali già menzionano San Marco tra le zone più vocate dell’Umbria per la viticoltura. La famiglia Antonelli ha acquistato le terre nel lontano 1881, cominciando un percorso di ammodernamento delle vigne nel massimo rispetto della natura. La tradizione si è tramandata di generazione in generazione, prima vendendo a terzi le uve e i vini e dal 1979 con l’imbottigliamento in proprio. Oggi l’azienda coltiva i vigneti in regine d’agricoltura biologica, solo sui migliori versanti collinari, con esposizioni a sud e ovest. I sesti d’impianto, a cordone speronato basso e guyot, hanno una densità di 5.700 piante per ettaro e sono piantati a ritocchino, seguendo la pendenza naturale delle colline. I terreni sono particolarmente pregiati e abbastanza vari per composizione. In generale, prevalgono i suoli di matrice calcareo-argillosa, spesso molto ricchi di scheletro. Nella scelta dei vitigni, sono state preferite le varietà autoctone o le uve internazionali che meglio si sono acclimatate in Umbria: sagrantino, sangiovese, montepulciano, cabernet sauvignon, merlot, grechetto e trebbiano spoletino. La filosofia aziendale è improntata alla produzione di vini che esprimano la tipicità del territorio, privilegiando le caratteristiche di equilibrio, finezza ed eleganza, grazie a processi di  fermentazione accurati e all’uso moderato del legno durante gli affinamenti. In cantina si lavorano solo le uve prodotte in azienda e tutte le operazioni di vinificazione e svinatura avvengono per gravità, senza l’utilizzo di pompe. I locali d’affinamento sono scavati nel sottosuolo, per avere temperatura e umidità costanti in modo naturale.

Trebbiano Spoletino Doc “Trebium”
trebbiano-spoletino-spoleto-doc-2015-magnum-15-l.jpgNonostante il nome lo associ alla numerosa famiglia dei trebbiani coltivati nel centro Italia, la varietà spoletina ha delle caratteristiche particolari. Possiede un profilo olfattivo molto elegante e intenso, associato a buon corpo e struttura, freschezza e longevità.  Le piante dei vigneti di trebbiano spoletino con cui è prodotto il Trebium, sono state accuratamente scelte da una selezione massale di vecchie viti della tenuta, anticamente maritate con gli aceri. Le vigne sono coltivate in collina, a un’altitudine di circa 350 metri sul livello del mare, con esposizione ovest. Le rese sono tenute basse, circa 50 hl per ettaro, in modo d’avere uve con grande concentrazione aromatica. La vendemmia del trebbiano spoletino avviene nella seconda metà di ottobre. Dopo una breve macerazione pellicolare a freddo, si procede alla pressatura soffice, a cui fa seguito la fermentazione in botti di rovere da 25 hl, senza controllo della temperatura. Il vino matura poi sulle fecce fini per 6 mesi e completa l’affinamento con 4 mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.
Il colore è giallo chiaro con brillanti riflessi dorati. Il bouquet è intenso e ampio con profumi di fiori bianchi, agrumi, frutta bianca, cenni tropicali e nuances delicatamente speziate. Al palato ha buon corpo e struttura, con frutto succoso e bella freschezza. Il finale è persistente e sapido.  E’ un vino di buona longevità, che si fa apprezzare nella sua evoluzione gustativa dopo un affinamento in bottiglia di alcuni anni. A tavola trova i migliori abbinamenti con i salumi, in particolare con il prosciutto crudo, con primi piatti a base di pesce, pesce al forno o carni bianche delicate. Da provare con un tagliere di formaggi semi-stagionati.

COMPRA ORA SU VINODALPRODUTTORE.IT!

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *